Pixel Facebook

lunedì 26 maggio 2014

Cicero in Rome presenta: Cinecittà si mostra.....e noi restiamo a bocca aperta nel riscoprire un sogno (reale!) tutto italiano


Se non siete amanti del cinema in senso lato, probabilmente starete pensando che non potrebbe essere in alcun modo interessante una visita agli "Studios" (e diciamolo cavolo!) di Cinecittà.
Se lo state pensando sbagliate,  perché in questi pochi ettari a ridosso di via Tuscolana è custodito un mondo; il nostro!

Statua di Venusia  (utilizzata ne Il Casanova di Federico Fellini)

Il patrimonio sociale, artistico, economico, religioso e quant'altro di tutti gli italiani. Gli Studi di Cine-città rappresentano l'italia e il suo inesorabile declino economico, sociale e soprattutto artistico. Ma sotto la cenere c'è sempre vitalità, anche se in effetti (innegabilmente) negli studi si respira una lenta e rilassante flemma  almeno nei giorni in cui non si girano film.

Fellini  durante le riprese nello Studio 5 di Cinecittà

In realtà oltre a fantasticare sulle vecchie glorie del passato e a rimpiangere un po la situazione lavorativa attuale che si basa per lo più su Fiction di media qualità, l'aspetto più interessante è la presenza di veri e propri cimeli che molti turisti per lo più stranieri e giovani vengono a visitare, soffermandosi  davanti ai costumi utilizzati da Fellini o sul set di Roma, dimostrandosi visibilmente emozionati e incuriositi. 

Un angolo di Parigi, ma anche all'occorrenza una bottega anni 40 italiana

Le visite guidate nel cuore degli Studios si svolgono nei momenti di "calma", diciamo così, e sono di due diverse tipologie:
1) Parte iniziale con alcuni set di fiction e mostre temporanee e fisse
2) Visite rigorosamente guidate (accompagnati da un membro interno) nei set ricostruiti e nei teatri di posa (compatibilmente con gli impegni di ripresa).
Non possiamo fare altro che consigliarvi caldamente di fare il giro completo dei set per scoprire la vera magia del Cinema. Si passa in pochi minuti dal una multifunzionale città di fine 800 a una Parigi anni 30 per poi tuffarsi nell'antica Roma.


Ricostruzione di Roma studi di Cinecittà
A dispetto di quello che si pensa, dopo le tante glorie cinematografiche dei più grandi talenti italiani del momento d'oro di Cinecittà, adesso le produzioni più presenti negli studios sono le Fiction.
Dai tormentoni di un Medico in Famiglia (i cui ammiratori troveranno l'intero set delle abitazioni) ad altre famose  italiane come Tutti pazzi per Amore di cui alcuni cammei nell'Antica Roma sono stati girati proprio quì. I più attenti ricorderanno sicuramente anche la Serie Tv americana Rome, i cui esterni sono stati interamente girati negli studi romani, su questa Roma rinata e costruita proprio per le riprese di questa serie. 

Una locandina della serie tv Rome
Non bisogna andare troppo indietro nel tempo per ritrovare anche una sorta di tributo ai grandi  registi americani come Martin Scorsese che proprio in questi viali ha girato il suo Gangs of New York nel 2002.


Di Caprio e Scorsere durante le riprese a Cinecittà

Come non emozionarsi pensando alla bravura di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo che con le loro scenografie ancora regalano Oscar all'Italia e emozioni immense ai cinefili di tutto il mondo? 
 Molti dei set moderni sono infatti stati studiati e progettati proprio da questi talenti, prima che Hollywood ce li portasse via.

Fronte dei palazzi multifunzionali da NY a Parigi fino a La in poche mosse

Del resto i tempi d'oro del Cinema italiano sono finiti, molti decenni fa. Quando Hollywood si rivolgeva ai nostri studio per girare colossal come Ben Hur, era tutta un' altra italia, nel 1959 in pieno Boom economico. In quegli anni Cinecittà era  la seconda industria cinematografica al mondo; meglio non  chiedere oggi in quale posizione si trovi.... Oltre a Hollywood solo Bollywood e Hong Kong rappresentano le realtà milionarie del presente.


Sul set di Ben Hur 
                             



Mobili (ricostruiti) di età romana

Ogni angolo del tour può riportarvi alla mente una immagine del passato o di qualche film o fiction che avete visto. Le ricostruzioni soprattutto della Roma antica sono veramente belle e strabilianti, così accurate da sembrare reali. E' un vero tuffo al cuore illudersi per pochi minuti che tutto sia vero.
Tra l'altro il Sabato e la Domenica (ma informatevi prima di andarci) sono presenti per le vie di "Roma Antica" anche dei figuranti che animano il mercato. 
Si passa sotto un arco ed ecco un magico salto di 5 secoli che ci porta nell'Italia centrale del 1300- 1400. Basta il Duomo di Orvieto, qualche palazzo di Verona, una torre, un palazzo ducale e la porta di un castello e il gioco è fatto. E' veramente impossibile descrivere a parole l'effetto che si prova! Questo set ha visto Fiction su San Francesco e Film su Romeo e Giulietta, pubblicità e Cammei, grandi attori e battute divertenti. La guida ve ne racconterà alcune ad ogni tappa e senza che ve ne accorgiate vi sarete persi nel sogno. 


Il set multiuso italia medioevale- rinascimentale 


Entrata del teatro di posa numero 5 
Poi arriva il momento magico del Teatro numero 5 .
E' solo un numero e magari non vi suggerirà nulla su due piedi, ma in realtà è uno dei luoghi più sacri della storia del cinema italiano e mondiale. Questo immenso teatro di posa che oggi viene spesso usato anche per la ripresa di spettacoli televisivi, era lo spazio preferito di artisti del calibro di Fellini e Pasolini...così tanto per intenderci! 
All'interno dei teatri di posa si ricostruiscono mondi, piazze, strade, montagne e quant'altro. Sembrerebbe incredibile ma molte delle scene favorite di tutti noi amanti del cinema sono state girate proprio qui dentro, riproducendo in modo assolutamente maniacale palazzi, fontane e sapori delle città di cui si raccontava. Fellini (anche per scaramanzia) chiedeva sempre di lavorare in questo enorme hangar i cui spazi immensi permettevano di reinventare la realtà a proprio piacimento. 


Ricostruzione di via Veneto utilizzata per Fellini nel teatro numero 5 

Dopo il giro dei Set si possono esplorare le aree espositive molto ben costruite e anche estremamente didattiche quindi adattissime anche per i bambini. Si passa dalla sala del suono a quella della scrittura, per poi finire negli spazi dedicati ai costumi (con pannelli interattivi) e stanze ricolme di cassetti e ripiani che espongono accessori di scena illustri che voi avrete il piacere di scoprire. Come recita l' intro: " Backstage è un percorso didattico e interattivo – nato da un progetto di Cristina Francucci, e curato da Barbara Goretti in collaborazione con "Senza titolo”, Associazione Culturale, Bologna -  per scoprire il mondo della creazione cinematografica"..... una figata, aggiungiamo noi! 

Area Espositiva- stanza dedicata alla sceneggiatura 

Il giro si può concludere al caffè, un localino meraviglioso e moderno con uno spazio esterno veramente gradevole. All'interno troverete anche uno shop interessante per i veri amanti del cinema. 
Come già anticipato è impossibile descrivere appieno le sensazioni che si provano durante il tour. Solo chi ama il Cinema mondiale apprezzerà appieno naturalmente, ma è una bella esperienza che consigliamo di fare con tutta la famiglia anche solo per godere di questi spazi storici e pregni di possibilità futuristiche allo stesso tempo. 
L'Italia c'è, da qualche parte sotto cumuli di storia e vecchie glorie....L'Italia c'è, ed è da qui che bisogna ripartire. 


Entrata del Caffè


 Per tutte le info sulle Visite e i Biglietti d'ingresso agli Studi di Cinecittà 
 andate al seguente LINK  

Buona Passeggiata! 

Nessun commento:

Posta un commento