Pixel Facebook

martedì 21 aprile 2015

Una favola leggendaria o una magnifica verità? ...il Natale di Roma ha una vera data?

La Lupa fuori il Campidoglio
Dove finisce una legenda? 

Probabilmente dove la scienza archeologica arriva a organizzare le prove concrete che sbrogliano il mistero della storia. 
Ciò nonostante è innegabile affermare che le legende storiche hanno un qualche fascino irresistibile e innegabilmente il fatto stesso che siano sopravvissute per millenni le rende ancora più magiche. 
Gli appassionati di storia, gli italiani (e in particolare i romani) sono legati addirittura ad una data specifica che segnerebbe in maniera puntuale l'inizio della mitica avventura di Roma: il 21 Aprile del 753 .C. 
Come facciamo a conoscere questa data cosi specifica? e a cosa si riferisce? Che attendibilità ha? 

Paesaggio del Foro Romano

Lucio Tarunzio Firmano (a cui è dedicato anche un cratere lunare) era un famoso astrologo che visse nel I° secolo avanti cristo. Questo noto mago delle stelle, faceva l'oroscopo ai personaggi più illustri suoi contemporanei, ma anche a persone del passato. Fu così che insieme ai suoi amici Cicerone e Varrone, Tarunzio interpellò gli astri per risalire all'oroscopo, niente poco di meno che, di Romolo e insieme ad esso poter calcolare quindi la fondazione di Roma, visto che veniva dato per scontato che fosse nata insieme alla persona fisica di Romolo, appunto.... 
Secondo il nostro maghetto, la Fondazione di Roma risaliva al 9 aprile, tra la seconda e la terza ora del giorno, momento in cui pare ci fu un'eclissi di sole nel 753 avanti Cristo.
Naturalmente i Romani non contavano il tempo dalla nascita di Cristo, ma appunto dall'atto di fondazione della loro città AB URBE CONDITA; ed ecco perchè serviva anche per motivi pratici un metodo per contare gli anni. 
Possiamo affermare serenamente che ormai sui metodi di organizzazione del tempo, nell'antica Roma, conosciamo abbastanza e che siamo ormai capaci di leggere e interpretare i calendari. 
I cosi detti "fasti" di epoca monarchica (quindi datati sicuramente), che riportavano in pompa magna la data del 21 Aprile come data significativa e tra le prime Festa dell'Anno, che iniziava in origine proprio a Marzo. 

Una rappresentazione della festa dedicata ai Palilia o Parilia

La festa che si festeggiava in origine in questi giorni era la Palilia o Parilia un'antichissima festa pastorale della religione romana che si celebrava il 21 aprile in onore del numen Pale, a volte descritto come semplice genio, a volte come divinità femminile. Durante questa festa venivano purificate le greggi ed i pastori, nel momento in cui nascevano i capretti, e naturalmente si avviava la primavera con la rinascita del ciclo della vita.
....si, vi ricorda qualcosa di familiare vero? :) 
Ad ogni modo diciamo che la data di Aprile (Il 21), mise abbastanza tutti d'accordo già dall'età tardo Repubblicana, trattandosi comunque di una festa antichissima e radicata che in qualche modo favoriva gli inizi. 

Il modellino della città in età Regia 
Tanto per la cronaca c'erano altri giorni candidati come l' 11 giugno e il 2 marzo, inizio del calendario ufficiale (Marzo era il primo mese dell'anno in origine). 
Secondo Velleio Patercolo Roma fu fondata 437/438 anni dopo la caduta di Troia (11 giugno 1182 a.C.), e avvenne subito prima di un'eclissi di sole, mentre Marcio Porcio Catone colloca la fondazione di Roma 432 anni dopo la distruzione di Troia. 
Potremmo continuare per ore, perchè in realtà dovete sempre tenere presente che le datazioni basate sulle legende partono tutte da un mito (a sua volta) che cioè Romolo e Remo furono concepiti il ventitreesimo giorno del mese egizio di Choiac, al momento di un'eclissi totale di sole (unica costante in tutte le storie pare!). I Gemelli nacquero il ventunesimo giorno del mese egizio di Toth. Il primo giorno di Toth, in quell'anno, cadeva il 2 marzo. Questo starebbe a significare che la gravidanza di Rea Silvia è durata 281 giorni. Roma sarebbe stata fondata nel nono giorno del mese di Pharmuthi, ovvero il 21 aprile.
Sembra insomma che tutte le strade portino sempre al 21 Aprile...... in verità c'è da dire che la cosa più importante nel momento in cui Tarunzio formulò la sua teoria (su Aprile) è che aveva gli amici giusti al posto giusto, e proprio in quel momento serviva "creare" il MITO DI ROMA più che mai forte e chiaro. 

Rilievo con la Lupa i gemelli e i simboli di Roma


Esempio di Calendario già di età imperiale
Non dimentichiamoci dell'Eclissi Solare...unica costante delle nostre storie, che da anche un alone di magia a qualsiasi evento no?
Dionigi di Alicarnasso fissa la fondazione di Roma, nel secondo anno di regno di Numitore, quindi nel 750 a.C., prendendo a riferimento il 776 a.C., anno in cui è tradizionale fissata la prima Olimpiade e ci fu un eclissi! 
Secondo la tradizione, Romolo morì quando aveva cinquantaquattro anni, alle None di Quintile (luglio), in un giorno in cui il sole era oscurato (eccola!).
Anche Tito Livio afferma che Romolo regnò per 37 anni prima di essere ucciso (??).  
E allora andiamo a vedere quando di sono state queste Eclissi di sole!
Sull'effettivo verificarsi di eclissi solari, osservate a Roma nel 763 a.C., 745 a.C. e 709 a.C., diciamo che non ci sono dubbi. Saremmo più o meno, anno più anno, meno in quel periodo. 
Ma chi ci dice che l'Eclissi ci fu veramente o che non fu solo una nota coreografica?
 
La Roma Quadrata
                          
Poco importa....la data del 753 a.C. calcolata da Tarunzio trovò successo a corte, solo il giorno si spostò dal 9 al 21 Aprile (più propizio e fecondo). 
Amici giusti e potenti al posto giusto ed è cosi che il gioco fu fatto!
Di tutte le teorie e i calcoli (tutti infondati in realtà), questa data fu quella scelta come LA DATA!

Ma cosa ci dice l'archeologia a riguardo??
Il 753 avanti cristo equivale all'VIII (ottavo) secolo avanti cristo ed effettivamente, con una certa elasticità , sono di questo periodo gran parte dei primi rifacimenti del Foro Romano, quando cioè la vallata paludosa sottostante il colle Palatino, viene popolata dai Romani dell'ormai età Regia.
 
Modellino delle Capanne età del Ferro del Palatino 

Di questo periodo sono le prime aree sacre tra cui quella dedicata alla Dea Vesta, la Regia e una pavimentazione dell'area del mercato (cioè il Foro Romano vero e proprio). 
Cosa significa tutto ciò? 
che più o meno a metà dell'ottavo secolo avanti cristo, Roma ha effettuato il suo primo ingrandimento urbano, passando da una cittadella fortificata a un 'area urbanizzata più grande e organizzata.
Ma, sul Palatino sono ben evidenti le tracce del primo centro abitativo di Roma; le famose capanne Romulee, che in base al materiale ceramico ritrovato negli scavi sono databili in varie fasi fino al IX secolo a.C., 100 anni cioè prima della nostra data del 753 a.C.

Capanna Romulea; modellino 

In realtà, colpo di scena, i ritrovamenti più antichi sul Palatino risalgono al X - XI secolo, atterriamo così nell'età del Ferro, addirittura nelle fasi preistoriche. 
Per amore del vero, in epoche recenti, si è potuto riscontrare che in altre zone di Roma come per esempio il Velabro i ritrovamenti più antichi arrivano fino all'età del Bronzo XIV - XI secolo a.C.
L'Area del Foro Boario era naturalmente e ciclicamente allagata dal Tevere, motivo per cui ciò ci suggerisce che questa enorme area sacra e portuale, che poi esisterà per tutta la storia di Roma, era in realtà già utilizzata dai Romani della Protostoria, ma che per ovvie ragioni dovevano vivere da qualche altra parte....sui colli magari!! 

Disegno ricostruttivo delle Capannne età del Ferro 
Lo so cosa vi state chiedendo adesso...
Perchè questo materiale archeologico non è stato identificato prima? 
Perchè non è facile scavare sotto Roma....cioè Immaginatevi come sarebbe poter studiare Roma sotto Roma, smantellando via via i palazzi, le strutture romane classiche e poi i marmi e le colonne.
Nessuno potrebbe pensare tanto, neanche io che sono una preistorica! 
A tal proposito per la cronaca, su molti colli di Roma sono stati ritrovati anche strumenti di selce preistorici! 
Cosa significa tutto ciò?
Che in questi colli erbosi, bagnati dal fiume Tevere e da innumerevoli altre sorgenti, gli esseri umani hanno sempre abitato; è questo è il principale dato di fatto!


A questo punto della storia vi starete chiedendo cosa festeggiamo allora il 21 Aprile? E quanti anni ha veramente Roma?

Festeggiamo il legame incredibile con i nostri antenati, con le loro imprese, celebriamo il nostro passato (secolo più o meno) per ricordarci da dove veniamo e che soprattutto abbiamo un'onere grandissimo da rispettare; cioè la tutela e il rispetto per la conservazione di questo patrimonio unico al mondo e il dovere di conoscere e approfondire sempre di più quello che noi tutti siamo; Romani! 

Adesso vi importa veramente sapere se Roma
 compie 2768 Anni  nel 2015 oppure 3500? 


Foto scattata durante una parata per i festeggiamenti del Natale di Roma

A me francamente mette sempre i brividi riscontrare tanto entusiasmo rispetto al passato di tutti noi, e detto tra noi senza mantenere vive certe tradizioni storicamente potenti, non credo che avremmo un futuro.
Nonostante le cattive amministrazioni, il turismo di bassa lega, gli abusivi, lo stato dei siti, i pessimi dirigenti, le truffe e gli scarsi servizi.....Nonostante tutto, ora e sempre Auguri Roma! 




Bibliografia di Base: 
Dionigi di Alicarnasso, Antichità romane, libro I 74, 2.
Plutarco, Vita di Romolo.
Ovidio, Fasti, IV.
Dumezil, La religione romana arcaica Rizzoli, 1977
Geraci e Marcone, Storia romana, Le Monnier  2004
Brizzi, Storia di Roma. 1.Dalle origini ad Azio, Bologna, Pàtron, 1997.
Carandini, La nascita di Roma: dei, lari, eroi e uomini all'alba di una civiltà, Torino, 1998.
Peroni, Comunità e insediamento in Italia fra età del bronzo e prima età del ferro, in Storia dei Greci e dei Romani, vol. 13, Einaudi 2008.

Nessun commento:

Posta un commento